Reiki come cammino spirituale.

 

 

 

150px-Reiki-2

Reiki come cammino spirituale.

Nel post di ieri vi ho  parlato del Reiki come guarigione olistica, ma il Reiki Usui può anche essere utilizzato per intraprendere un cammnio spirituale. Lasciandoci coinvolgere dall’energia universale possiamo ricongiungerci co il nostro centro divino in termini di consapevolezza consentendo alla sua luce di espandersi nel mondo.
Per sostenere tale processo, abbiamo bisogno di regolari trattamenti , a qualsiasi livello, sia di un’apertura di base della trasformazione delle strutture di base e di una consapevolezza attenta verso ciò che viene messo in moto e di come si muove. E’ una motivazione importante che ci porta ad amare la vita, noi stessi e gli altri , per assumerci la responsabilità di quanto ci riguarda e potenziare le qualità necessarie a intraprendere il percorso spirituale del Reiki.
Esiste un’unico progetto nella vita di ognuno di noi che è sempre presente e attende di essere compiuto. In questo progetto c’è quello che è giusto per noi, risiede nella nostra anima ed il Reiki può aiutarci a scoprirlo.
Meditando sull’essenza del Reiki potrete essere guidati nelle scelte importanti della vita. Come tutti sappiamo, nella vita ci sono spessi cambiamenti che possono essere fonte di turbamento, ma con la consapevolezza dell’energia universale potrete scoprire che i cambiamenti della vita sono utili per portare armonia nella vostra anima e inizierete a provare una felicità intensa.
Potete abbandonarvi completamente allo spirito del Reiki, applicando i cinque principi fondamentali tramandati dal maestro Usui la vostra vita può davvero cambiare. In particolare io seguo spesso il primo ” Solo per oggi, non ti arrabbiare”, questo principio mi sta aiutando molto anche se spesso faccio arrabbiare le altre persone.
Spesso io venivo usata come “cestino della spazzatura”. Le persone arrabbiate riversavano , e lo fanno tutt’ora, il loro malessere su di me, per liberarsene. Ora io resto calma e centrata su ciò che sono, se le persone se la prendono con me solo per il piacere di liberarsi dalla loro rabbia io sorrido e questo li fa davvero imbestialire. La loro rabbia cresce invece di placarsi, ma io mi ripeto ” E’ un suo problema, non mio”.
E’ importante cercare di mantenere la propria energia pura ed intatta, in principio è un lavoro faticoso ma sono sicura che con il tempo diverrà naturale come respirare.

( Fonti: F.A. Petter, W.Lubeek, W.Rand; Lo spirito del reiki. Manuale completo.
M.Medoro; Reiki tradizionale Giapponese. Terzo livello. Il ritorno alle radici del mistero)

Questa voce è stata pubblicata in Reiki e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *