potere del pensiero

bigstock-Power-of-thought-16041299

 

 

Buongiorno anime belle <3
Oggi volevo condividere con voi un articolo di Giuseppe Bufalo dal titolo:
Pensieri e desideri costruiscono il destino dell’uomo
IL POTERE DEL PENSIERO
I pensieri formano la realtà futura

“L’Energia segue il Pensiero” amava dire Patanjali nel II secolo circa a.C. Quando parliamo di Energia, almeno in questo ambito, intendiamo il Tutto. In effetti tutto è energia, dalla più sottile alla più pesante. Il termine energia viene dal greco energos che significa “attivo”. L’energia è dunque l’attitudine ad un’attività vitale. Nel 1905, con la “sua teoria della relatività” Einstein dimostrò che la massa stessa è una forma di energia, che massa ed energia sono intercambiabili. Questa teoria della relatività di Einstein offrì la possibilità di provare a livello scientifico che tutto è energia. Questa scoperta segnò la fine dei concetti e delle spiegazioni materialiste dell’universo. Quindi, l’energia rappresenta tutto ciò che esiste. Il nostro Mondo così come l’Universo, sono una rappresentazione di un numero indefinibile di energie. Alcune prendono forma, altre, costituiscono il mezzo con cui queste forme acquistano vita, si muovono e hanno il loro essere. La più importante tra queste è l’Energia del Pensiero.

Pensiero e desiderio costruiscono il destino di un uomo. Si afferma nelle Upanishad: “L’uomo non è che desiderio; come desidera, così egli diventa”. Ma il desiderio nasce dal pensiero. Colui che ha iniziato a percorrere con consapevolezza il Sentiero, vigila attentamente sui suoi pensieri, poiché sa che essi formeranno la sua realtà futura. In effetti, noi siamo ciò che pensiamo, inteso come circostanze ed avvenimenti che caratterizzano la nostra vita. Un Maestro amava dire: “Osserva le tue parole quando sei in compagnia ed osserva i tuoi pensieri quando sei da solo”. Solo in questa maniera capiremo veramente chi siamo. Quando siamo da soli e pensiamo, non indossiamo alcuna maschera, siamo noi stessi. All’entrata della caverna dell’oracolo di Delfi c’era scritta questa frase: “Uomo conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei”. E quale miglior mezzo per conoscere se stessi se non quello dell’osservazione dei propri pensieri? Colui che ha compreso questa Legge, cioè che “L’energia segue il pensiero”, sa che la sua mente può diventare strumento per concretizzare realtà di separazione e distruzione o di unità e pace. Come sempre c’è il libero arbitrio per poter scegliere. La realtà della nostra vita personale e sociale, quindi, è quella che i nostri pensieri hanno formato e poi rafforzato con la ripetizione. Il pensiero amplia o restringe i nostri orizzonti, determina la maggiore o minore armonia con la quale ci rapportiamo al mondo, influisce sulla nostra efficacia nell’agire. Attraverso tecniche di concentrazione, meditazione, visualizzazione e immaginazione creativa potremo “proiettare” nell’universo forme-pensiero che, se ripetute e sostenute dalla volontà, potranno concretizzarsi. Il segreto del dominio di sé risiede in una regola molto semplice: non lasciare che certi pensieri e certi sentimenti si insedino nella propria testa e nel proprio cuore, perché sarebbe poi troppo tardi per arrestarne gli effetti. Sostituire un pensiero con un altro è relativamente facile; sostituire un sentimento con un altro lo è già meno. Quanto a sostituire un atto – che è il prodotto di pensieri e sentimenti – con un altro, è qualcosa di veramente difficile! Infatti, più si scende nella materia, più si entra nel campo delle abitudini, che sono come una seconda natura. Per avere la padronanza dei propri atti, bisogna iniziare dalla padronanza dei propri pensieri diceva il Maestro Omraam Mikhaël Aïvanhov.
Semina un pensiero, raccoglierai un’azione Semina un’azione, raccoglierai un’abitudine Semina un’abitudine, raccoglierai un carattere Semina un carattere, raccoglierai un destino. A questo punto possiamo asserire con certezza che se un uomo crea nella sua mente pensieri disarmonici di bassa vibrazione, il dolore e la sofferenza lo raggiungeranno inevitabilmente. Se invece coltiverà pensieri positivi di alta vibrazione, la gioia e la felicità caratterizzeranno gli accadimenti della propria esistenza. Il segreto risiede nel focalizzare i propri pensieri sulla soluzione e mai sul problema. L’Energia Universale risponde sempre alla focalizzazione del pensiero a prescindere se il suo creatore desideri o detesti l’oggetto del suo pensiero. Quindi, impariamo a pensare e a focalizzare i nostri pensieri su tutto ciò che amiamo e mai su ciò che odiamo o detestiamo. Siamo noi gli unici e soli creatori del nostro destino. Provare per credere. Comprenderemo chiaramente, a questo punto, che i nostri pensieri hanno un potente effetto sul nostro corpo fisico, anch’esso composto di energia, e quindi sulla nostra salute. I pensieri carichi di giudizio, critica, invidia, pessimismo e odio, tolgono al corpo salute, luce e grazia. Un volto non diventa carico di amarezza per caso; esso è la conseguenza di amari pensieri. Da qui il famoso detto : “Gli occhi sono lo specchio dell’Anima”. Altresì, un corpo forte e luminoso dall’aspetto sereno è il risultato di pensieri di buona volontà e serenità mentale. Voglio ora concludere questo mio breve trattato con una bellissima frase del Maestro Yogananda: “Quando la Mente è forte ed il Cuore è puro, si spezzano le catene della sofferenza”

(Fonte:http://www.libreriacristinapietrobelli.it/files/yin-news-luglio2013.pdf)

Buon cammino anime belle<3

Questa voce è stata pubblicata in il potere del pensiero e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *