La sindrome di Wendy: ti aiuto e ci sono sempre

6a0147e133f54a970b01b8d0a13ca1970c

 

Buongiorno anime in cammino,

nelle ultime sessioni di Theta Healing che ho effettuato spesso è uscita la sindrome della crocerossina, altrimenti detta , sindrome di Wendy. Questo è stato uno dei temi che ho dovuto affrontare su me stessa e per tale motivo ho deciso di scriverne un articolo.
Proprio come Wendy ( una dei protagonisti del film “Peter Pan”), il soggetto sempre incline ad aiutare tutti, sente una forte responsabilità verso gli altri ed una tendenza molto forte a prendersi sempre cura di tutti.
Essere sempre disponibile porta la persona a risolvere sempre i problemi di tutti, ciò accade perché non è in grado di dire NO nel momento in cui una persone si rivolge a lei chiedendo aiuto.
Le persone con la sindrome di Wendy hanno la convinzione che se negano il loro aiuto gli altri smettono di voler loro bene, di amarli, di stare al loro fianco. Sono convinti che l’unico modo per essere accettati sia quello di essere sempre a completa disposizione di tutti.
In loro vi è la paura di perdere le persone che amano, spesso , infatti hanno anche il trauma dell’abbandono o la ferita del rifiuto .
In loro è presente, inoltre, la convinzione che se non aiutano gli altri sono persone cattive, hanno una netta divisione tra buono e cattivo dentro di sé che li porta ad essere sempre disponibili con gli altri mostrando comprensione , affetto e dedizione.
La sindrome di Wendy, però, porta a non amare se stessi, a non farsi carico dei propri problemi.
Quali conseguenze può avere tale atteggiamento in  un rapporto di coppia?
1. Il partner può sentirsi soffocato dalle numerosi attenzioni del compagno poiché questo non ha spazi di autonomia indispensabili in un rapporto di coppia;
2. Spesso le persone con la sindrome di Wendy incontrano i cosiddetti Peter Pan, ovvero individui che non intendono assumersi le proprie responsabilità, che vivono nella leggerezza e nella spensieratezza tipica dell’età adolescenziale. Accade quindi che questi ultimi trovino la persona incline a risolvere tutti i loro problemi, ad assumersi anche le loro responsabilità, Ma, essendo soggetti non inclini alle responsabilità, quando il gioco si fa duro, fuggono.

Di norma, i soggetti con la sindrome di Wendy provano sensazioni come rabbia, tristezza, senso di colpa. Emozioni che vengono represse e negate perché considerate dal soggetto sbagliate in quanto, provocano reazioni negative negli altri.
tali persone spesso non si rendono conto che è proprio il loro comportamento a far fallire le relazioni, loro donano il 100% nella coppia e, il più delle volte, non ricevono nulla in cambio.

Se ti sei riconosciuta/o nella sindrome di Wendy e intendi far qualcosa di concreto ed efficace per cambiare, scrivimi per info: elisasilviacoda@libero.it
Sono disponibile per sessioni di Theta Healing on line.

Questa voce è stata pubblicata in sindromi, theta healing e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *