Ferita da ingiustizia: cos’è e come riconoscerla

ferite_emotiv__3

FERITA DELL’INGIUSTIZIA
Una persona che soffre di ingiustizia non si sente apprezzata nel suo giusto valore; non si sente rispettata o non crede di ricevere quanto merita.

Chi soffre di ingiustizia è più incline a provare invidia nei confronti di chi ha più di lui e che, a suo avviso, non lo merita.

La  ferita da ingiustizia è causata se c’è la convinzione di non ricevere in modo equo e in maniera  adeguata.

Questa ferita si risveglia fra i tre e i cinque anni, ossia nel momento  in cui prende coscienza  d’ essere un essere umano, un’ entità a sé e con le sue particolarità.

Il bambino vive questa ferita  soprattutto con il genitore dello stesso sesso. Soffre  per la sua freddezza, per la sua incapacità di comprendere o di comunicare.

Soffre per l’autoritarismo del genitore, le sue critiche frequenti, la sua severità, la sua intolleranza o il suo conformismo.

La reazione  di fronte all’ ingiustizia portaa tagliare i ponti con il proprio sentire, a non ascoltarsi, a non rendersi conto delle proprie esigenze,  allo scopo di proteggersi di fronte alla freddezza e ai rifiuti.

La maschera  che il bambino si crea per difendersi dalla ferita dell’ ingiustizia è quella della RIGIDITA’.

Non chiede aiuto. Crede che dicendo spesso «Non c’è problema!» fa del suo meglio per risolverli da sé, così riesce a nascondere a se stesso e agli altri quello che prova, perché non si sente compreso.

Teme l’autorità perché, da piccolo, ha imparato che l’autorità ( i genitori, gli insegnanti, ecc.) avevano sempre ragione.

I comportamenti tipici del rigido sono dettati dalla paura di rivivere la ferita        dell’ ingiustizia.

Indossando la maschera del rigido pensa di evitare questa ferita.

Caratteristiche della ferita da ingiustizia

Risveglio della ferita: tra i quattro e i sei anni, con il genitore dello stesso sesso. E’ convinto che deve fornire prestazioni elevate ed essere perfetto. Blocco dell’ individualità.

Maschera: rigido

Corpo: diritto, rigido e più perfetto possibile. Ben proporzionato. Natiche rotonde, vita piccola,stretta dagli abiti o dalla cintura. Movimenti inflessibili, pelle chiara, mascella serrata, collo rigido, portamento diritto e fiero.

Sguardo: Luminoso, vivace, chiaro.

Modo di esprimersi: “nessun problema, ottimo,benissimo, molto speciale, giustappunto, esattamente, sicuramente, d’accordo?”

Carattere: perfezionista, invidioso, taglia i ponti con quello che sente. Incrocia spesso le braccia. Da prestazioni che mirano alla perfezione. Troppo ottimista. Vivace e dinamico.Si giustifica molto. Ha difficoltà a chiedere aiuto. Può ridere per niente, per nascondere la sua sensibilità. Tono di voce secco e rigido. Non ammette di sentire o di avere dei problemi.

Dubita delle sue scelte, si paragona con gli altri. Difficoltà, in generale, nel ricevere. Trova ingiusto se riceve meno degli altri, e trova altrettanto ingiusto se riceve di più.

Non rispetta i propri limiti, chiede troppo a se stesso. Si tiene sotto controllo. Ama          l’ ordine. Raramente si ammala. Chiede troppo al suo corpo. Collerico, freddo, ha difficoltà a mostrare i suoi affetti. Gli piace avere un aspetto sexy.

Massima paura: la freddezza.

Alimentazione:  preferisce gli alimenti salati a quelli dolci. Si tiene sotto controllo per non ingrassare. Si giustifica e prova vergogna quando perde il controllo.

Possibili malattie:  esaurimento nervoso professionale, anorgasmia (nella donna), eiaculazione precoce o impotenza nell’uomo. Può soffrire di malattie che finiscono con  “-ite”, come la tendinite, la borsite, l’artrite, torcicollo, stitichezza, emorroidi, crampi, problemi di circolazione, problemi epatici, varici, problemi di pelle, nervosismo, insonnia, disturbi della vista.

( Fonte: http://www.psicologodinunzio.com/le-ferite-dell-animo/#4%29Ferita%20da%20TRADIMENTO

Se ti sei riconosciuto in questo articolo e desideri sanare questa ferita , scrivimi per info: elisasilviacoda@libero.it

Entra anche tu a far parte del gruppo “cammino spirituale” su Facebook: https://www.facebook.com/groups/camminospirituale/

Questa voce è stata pubblicata in theta healing, traumi infantili e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *