ero quella che…

 

DSCF0274

 

Stavo pensando a com’ero fino ai 16 anni di età…

Circa 5 estati fa andai a trovare un mio amico in Sicilia, aveva aperto un campeggio e mi invitò a passarci le vacanze ed io acettai. Lui mi conosceva da quando avevo 14-15 anni. Una sera mi disse: “Quando arrivavi tu arrivava il sole…che ti è successo?”
E’ successo che sono cresciuta, che sono cambiata…
Fino ai 16 anni quando litigavo con una persona non alzavo il telefono, non inviavo un sms , mi trovava sotto a casa sua.
Ricordo tutte le volte che litigai, o che mi lasciai con il mio primo amore…ricordo lo stupore nei suoi occhi quando un pomeriggio mi trovò a casa sua perchè mi aveva lasciato. Io ero quella che se ti voleva nella sua vita ti veniva a prendere!
Ero quella che non lasciava i discorsi a metà, ero quella che ti diceva ciò che ti doveva dire e al diavolo le conseguenze! Non avevo rimpianti, dubbi, insicurezze. Lasciavo andare le persone che mi facevano male dopo 1000 tentativi andati storti, ero quella che se ti amava glielo leggevi negli occhi…mi ricordo una sera, avevo 14 anni, ero in discoteca con un ragazzo che mi piaceva un sacco <3 aveva la testa sulle mie gambe, lo accarezzavo e lo guardavo e mi disse ” tu sei pazza” aveva letto semplicemente nel mio sguardo quando fossi pazza di lui. Ero trasparente come un bicchiere di cristallo.
Poi sono cresciuta e mi sono stancata di andare a prendere sempre io le persone. Ora sono quella che aspetta, che ti bacia al volo solo se sa che probabilmente non ti vedrà più,
che se litiga con qualcuno attende che, per una volta, sia l’altro a venirla prendere.
Non ti dico più quello che sento, non leggi più nulla nei miei occhi….eppure aspetto quella persona che mi faccia tornare come prima. Vorrei tornare ad essere quella che ti viene a prendere se ti vuole nella sua vita…

Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

4 risposte a ero quella che…

  1. elisa scrive:

    Simo, nel mio blog non dò solo informazioni che si possono trovare ovunque, parlo anche del mio cammino spirituale. In questo articolo parlo di cambiamento, di sofferenze, di delusioni che modificano l’anima delle persone.
    Parlo di vigliaccheria e di coraggio nell’essere se stessi, di ego che prende il sopravvento e spesso ci complica la vita. Di paura che andrebbe annientata per essere se stessi.
    Namastè

  2. simo scrive:

    Ma che razza di articolo é? Ma che c’entra col cammino spirituale? Ma chr c’entra pubblicarlo nel gruppo meditazione e sciamanesimo?
    Mah!

  3. elisa scrive:

    Verissimo, devo imparare le vie di mezzo….

  4. Federica scrive:

    Arrivano quei momenti nella vita in cui sei stanca di tutto e di tutti…probabilmente perché,nel frattempo si é dimenticato chi é la persona piú importante della nostra vita:noi!
    Non dobbiamo sempre correre dagli altri,ma nemmeno cadere nell’opposto! Dipende da quanto contano per noi e da quanto contiamo per loro. La vita é semplice,le nostre opzioni anche(o sí o no). Tutto il resto sono solo scuse e tentativi stupidi di complicarsi la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *