cos’è la felicità?

 

 

 

images

 

Cos’è la felicità?

Per rispondere a questa domanda mi rifarò ad un testo di Salvatore Natoli, uno dei miei docenti della facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Milano-Bicocca, uno dei migliori.
Natoli sostiene che la felicità è “un sentimento, uno stato della mente. Gli uomini sanno c’è la felicità e non tanto perché ne possiedono il concetto, ma perché ne sperimentano la condizione: essi, infatti, non ignorano quel che sentono quando si sentono felici. La felicità dunque esiste e come tale è di questo mondo”.
Ritengo che Natoli con queste parole sia davvero un ottimista, nel momento in cui sostiene che gli uomini sappiano cosa sia la felicità.
Nelle numerosi sessioni di Theta Healing che ho effettuato in questi tre anni, mi sono resa conto che spesso gli uomini non riescono a raggiungere lo stato mentale ed interno di felicità per il semplice fatto che non sanno cosa sia. Spesso confondono la felicità con la soddisfazione professionale, con il successo in amore, con la salute o con altri aspetti che hanno a che fare con la materialità, con “l’avere qualcosa”, ma quante persone pur avendo soldi ed un buon matrimonio non sono felici?
Natoli però, nel suo scritto “La felicità. Saggio di teoria degli aspetti”, sostiene che la felicità è una “modalità dello stare al mondo” . Da tale concetto possiamo dedurre che esiste un modo per essere felici.
Per prima cosa bisogna conoscere la sensazione emotiva provocata dalla felicità, è necessario, almeno una volta, essere stati felici. Tale sensazione si annida nella coscienza, per tale motivo la felicità può essere persa come condizione di vita ma non può essere cancellata come esperienza e, quindi, può essere sempre ricercata.
Spesso la felicità è transitoria, ma è possibile mantenere tale stato per sempre? Nel corso di questo libro vi spiegherò come fare, ma torniamo ora alla comprensione della felicità.
Noi siamo al mondo per essere felici, ritornando al testo di Natoli: “ La natura è in sé felice e quindi originariamente lo è anche l’uomo in quanto ente naturale, qualora così lo si intende (…)”.
Gli uomini, nel momento in cui sono felici, vivono tale sentimento senza chiedersi perché. Ritengo, invece essenziale porsi tale domanda. Nel momento in cui abbiamo la risposta possiamo riprodurre all’infinto la sensazione di felicità.
Tuttavia, Natoli sostiene che se l’uomo si chiedesse perché è felice, tale condizione svanirebbe perché si affaccerebbe in lui la consapevolezza che la felicità potrebbe svanire.
Eppure, penso che sia importante avere consapevolezza di quello che ci accade. È necessario avere una felicità consapevole. L’essere umano è dotato di intelletto e quindi, perché non usarlo per comprendere come replicare all’infinito lo stato della felicità?
E’ importante comprendere che la felicità non è qualcosa che si possiede ma è uno stato dell’essere, come sostiene Adorno : “ E’ per la felicità come per la verità: non la si ha, ma ci si è. Felicità non è che l’essere circondati, l’ “esser dentro” (…)”.
Natoli, nel testo sopracitato, continua nel sostenere che la felicità è frutto del caso, che è fortuna; eppure è possibile allenarsi giornalmente nell’arte di essere felici. Non è un percorso facile, bisogna smantellare molte delle nostre convinzioni, lasciare andare il passato, non avere aspettative, concentrarsi sul presente. E’ un lavoro lungo, ma se ci alleniamo ogni giorno la felicità diventerà uno stato permanente del nostro essere .

Buon cammino anime belle <3

Entra anche tu a far parte del gruppo “cammino spirituale” su facebook 🙂 https://www.facebook.com/groups/camminospirituale/

Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Una risposta a cos’è la felicità?

  1. antonella scrive:

    La felicità é uno stato dell’anima che é condizionato dallo stato mentale generato dai nostri pensieri positivi, propositivi, di serenità e si pace. Un saluto affettuoso a tutto il gruppo. ANTONELLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *