consapevolezza di fiamma gemella

 

 

 

 

fantasy (60)

 

Buongiorno anime belle<3

Ci ho pensato molto prima di scrivere questo post, so che farà discutere ma vista la molta rabbia che covano le fiamme gemelle risvegliate ora credo che scriverlo sia d’obbligo.
Ogni anima che incontriamo nelle nostre vite, e la nostra stessa anima, passano da vari stadi.
Vi sono le anime compagne ovvero quelle anime con cui abbiamo deciso di condividere il cammino, di accompagnarci a vicenda, anime che hanno qualcosa di importante da insegnarci.
Le anime gemelle, quelle che sono con noi da sempre, che arrivano in nostro aiuto per ricordarci che manca qualcosa nella nostra vita, con cui abbiamo una penso di famigliarità fin da subito, quando le incontri sembra che non sia passato nemmeno un giorno da quando le hai riviste l’ultima volta eppure sono passati secoli. Anime che fanno aorte della nostra famiglia anemica.
Abbiamo poi le fiamme gemelle, anime gemelle evolute, ovvero che hanno compiuto un passo in più.
Le Fiamme Gemelle hanno recitato per molto tempo, hanno fatto  da anime compagne poi le anime gemelle e successivamente hanno smesso di recitare, fanno loro stesse le Fiamme Gemelle.
Ma la maggior parte delle volte solo una delle due anime smette di recitare.
Quando questo accade tutto il mondo viene messo sotto sopra, non si riesce a capire perché senti tutte quelle cose e l’altro no. Semplice, l’altro è rimasto allo stadio di anima gemella.
Cosa fare dunque? fate le anime compagne. Accompagnatelo con dolcezza, con amore incondizionato. Chissenefrega se non vi chiama, se  è lontano e non vi chiede nemmeno come state. La rabbia per queste cose deriva dal vostro ego. Volete attenzioni per sentirvi importanti, perché volete essere nei suoi pensieri, ma voi siete già nella sua Anima cosa c’è di più bello?
Non vi arrabbiate se va con altre, se sta facendo un cammino completamente diverso dal vostro. Accettate il suo cammino qualunque esso sia, ma non lasciatelo allo sbando, dategli delle direttive senza imporvi, mandate Luce, amore, connettetevi a Lui ogni volta che potete, fate sentire alla sua Anima che non lo abbandonate. Abbandonare la propria Fiamma significa abbandonare se stessi.
Lo so che non è facile vedere la persona che sia ama con altre, non sentirlo , non vederlo…ma vi ricordate la sensazione di quando eravate nella bolla d’amore? delle parole dette in quel momento e poi smentite il giorno dopo solo perché il mentale è arrivato.
Ma quelle parole, quelle promesse, dette in quel momento erano la verità perché il mentale non c’era. C’erano solo le vostre anime a parlare.
Non vi arrendete. Con questo non dico di non continuare la vostra vita se non vi considera, ma continuate ad accompagnarlo, siate la sua Luce. Accendete in voi quel faro che lo condurrà alla riva.
Con questo non voglio dire che non siete nate Fiamme, ma solo che la vostra anima per un po’ deve recitare un copione, prima fa la compagna, poi l’anima gemella fino a quando non si sente abbastanza sicura per fare la Fiamma. Possiamo dire che fa prima la gavetta per essere realmente poi quello che è. <3
Un abbraccio di Luce<3
Elisa
per chi desidera scrivermi: elisasilviacoda@libero.it
Entra anche tu a far parte del gruppo cammino spirituale su Facebook:https://www.facebook.com/groups/camminospirituale/?ref=bookmarks

Questa voce è stata pubblicata in FIAMME GEMELLE e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *