Come uscire dalla sofferenza?

 

 

Non vi fate avvolgere dalla tristezza, dal dubbio, dalla mancata compassione di voi stesse, dal dolore, onorate la vita in ogni suo aspetto. Esseri umani significa sperimentare ogni emozione, la gioia, il dolore la rabbia, la frustrazione ma nel momento in cui comprendete che tutto questo fa parte del vostro essere umani, qui sulla Terra, anche il dolore puo’ essere vissuto con beatitudine perche’ si arriva a comprendere che la sofferenza consente di fare dei passi avanti. L’uomo e’ spinto dal desiderio di benessere , e’ questo che innesca il meccanismo della crescita. Come dice Morrone ” agli esseri umani spetta il compito di passare dal malessere al benessere, per far continuare a girare la ruota evolutiva”. E’ importante quindi lavorare con l’energia per permetterci di compiere dei rapidi salti di evoluzione. La sofferenza, vista in questo contesto, e’ una delle forze energetiche in grado di operare, se correttamente compresa, una grande evoluzione individuale e collettiva. Per questo la sofferenza non va cancellata, non vale dire ” non ci penso “, perche’ in questo modo la si nega, si nega un’energia presente importante , ma occorre lasciarla esprimere in tutta la sua totalita’. E’ proprio l’espressione della sofferenza che ci conduce alla sua conoscenza, solo interrogandola, possiamo curare le nostre ferite.
Parlo con molte persone ogni giorno, Fiamme Gemelle e non, e cio’ che vedo e’ la non accettazione della sofferenza, del dolore, respingendola non si fa altro che aumentarne la forza. Non combatterla, ma accoglila, sentila, percepiscila, non negare la sua esistenza con mille distrazione, concedigli il suo spazio. E’ lì per farti vedere qualcosa di importante per la tua crescita.
Per ogni dolore vi sono piu’ domande che necessitano una risposta. Andando verso il fondo, cogliendo ogni strato del dolore si arriva al nucleo centrale dello stesso, a quella carenza, a quel bisogno insoddisfatto che hanno nutrito il tuo corpo di dolore fino ad ora. ma come potete fare questo se non lasciate che , strato dopo strato, la sofferenza si esprima in voi? Qualsiasi strato della vostra sofferenza deve essere riconosciuto come tale perche’, se invece di riconoscere il dolore per cio’ che e’, lo trasformate in difesa, in rabbia, chiusura, depressione o negli altri modi che l’Io sua per difendersi dalla sofferenza, entrate in un vincolo cieco.
( Fonte G.Morrone. Iniziazione alla Dualita’ maschile-femminile, comprendere le ferite d’amore)
Inizia ora a comprendere il tuo dolore per uscirne, scrivimi per info: elisasilviacoda@libero.it

Questa voce è stata pubblicata in anime gemelle, FIAMME GEMELLE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *